Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

EuroCross 2012
di Augusto Iadeluca, 12/06/2012

Prima di raccontare l'EuroCross 2012 (Campionato Europeo delle Banche Centrali) bisogna fare un passo indietro.

C'eravamo lasciati all’EuroCross 2010 in Belgio dove gli atleti della podistica solidarietà avevano partecipato con onore a ben due rappresentative nazionali quella della BDI (Banca d'Italia) e quella della BCE (Banca Centrale Europea).

L’EuroCross 2011 si era svolto in Italia a Sorrento nella splendida cornice della costiera amalfitana. La gara si era corsa a Scafati, in una vecchia polveriera Borbonica, dove la squadra italiana, rinnovata rispetto alle precedenti edizioni, aveva conquistato per la prima volta, oltre ad una serie di piazzamenti di categoria, ben due titoli assoluti: quello di squadra e quello individuale donna con l’orange Marina La Fratta ("la Signora").

Quest'anno l'EuroCross 2012 è stato ospitato dalla Svizzera e si è svolto il 2 giugno scorso a Basilea.

Alla manifestazione hanno partecipato 13 squadre, provenienti da 12 paesi (più la BCE), per un totale di 106 atleti. Il regolamento, modificato rispetto agli ultimi anni, prevedeva una classifica individuale assoluta per uomini e donne, una di squadra (con i risultati dei primi 5 atleti giunti al traguardo per ogni squadra), e tre per le diverse categorie di uomini e donne (giovani, veterani e senior). Per ogni classifica venivano premiati i primi tre arrivati.

La squadra italiana era composta Laura Cerami, Marina La Fratta, Francesca Romana Tiberti, Danilo Santoponte, Marco Tomassi, Alessandro Salvatori e Augusto Iadeluca (Podistica Solidarietà), Claudia Fusaro (Cat Sport), Luciano Bernardini (LBM), Massimo Marchesini (IPZS Ist.Poligrafico Stato) Alessio Franceschini e Liviano Battistelli (capitano azzurro). Aggregati alla comitiva anche Salvatore Paxia (podistica solidarietà) e Fabio La Trofa (Cat Sport).

La gara si è svolta in una collina alle porte della città sulla distanza di 9,9 km (tre giri di un anello di 3,3 km). Il percorso era misto sterrato-asfalto e ondulato, caratterizzato dall’alternanza, per ogni giro, di 3 parti in pianura, 3 in discesa e 3 in salita, di cui l’ultima abbastanza lunga (almeno 700 m) e impegnativa.

Riscaldamento, pronti e via, dopo poche centinaia di metri, si erano già delineate le posizioni assolute individuali uomini e donne che sono state ad esclusivo appannaggio degli inglesi, troppo superiori a tutti gli altri atleti. Molto emozionante è stata invece la sfida Italia-Spagna per il primo posto a squadre che ha riproposto quanto accaduto un anno prima a Pompei.

Gli spagnoli che partono forte e per i primi due giri piazzano quattro atleti nelle prime sei posizioni con gli italiani ad inseguire. Si delinea un primo gruppo con Bernardini e due spagnoli e un secondo gruppo con due spagnoli e gli orange Santoponte, Tomassi e Iadeluca. Subito dietro l’altro orange Salvatori e Marchesini controllavano il quinto spagnolo.

Al terzo giro si decide la gara a squadre con Bernardini che stacca gli inseguitori e va a conquistare il secondo posto assoluto, poi i due spagnoli terzo e quinto. Nel secondo gruppo dopo un poderoso allungo tattico di Santoponte che lascia sul posto gli spagnoli, arrivo in volata nell'ordine di Tomassi 7°, Iadeluca 8° e Santoponte 10°, che paga lo sforzo precedente.

Grande rimonta nel finale di Salvatori (che porta punti utili alla vittoria finale), che in allungo recupera sugli spagnoli e si piazza 12°. Ottima anche la prova dei forti Marchesini 15° e Franceschini 26°, entrambi non al meglio della condizione, che completano lo scacchiere azzurro maschile.

A seguire ci sono le donne chiamate a difendere il titolo assoluto dell'edizione precedente, ma che nulla hanno potuto contro la velocissima e giovanissima inglese che si è aggiudicata la prima posizione. Seconda posizione assoluta e di categoria per la splendida orange Laura Cerami che nonostante le fatiche dei trasferimenti (proveniva da Palermo) è riuscita a tenere sulle spine l'inglesina volante.

Ottima quarta assoluta Claudia Fusaro, accompagnata fino al traguardo da Fabio La Trofa. Una menzione speciale bisogna farla per la forte Marina La Fratta che quest'anno per motivi di lavoro non si è potuta allenare con regolarità (io ne sono testimone) e che nonostante tutto è giunta quinta assoluta e prima di categoria. Quarta atleta italiana al traguardo è giunta Francesca Romana Tiberti al rientro alle gare dopo qualche tempo.


Risultati Italia:

Squadra 1° assoluta

L. Cerami 2° assoluta donna 2° cat. WM1

M. La Fratta 1° cat. WM2

L. Bernardini 2° assoluto uomo 1° cat. M2

A. Iadeluca 3° cat M2

A. Franceschini 3° cat. M3


Prima di congedarsi c’è stato il tempo di fare una veloce visita del centro cittadino di Basilea che ci ha fatto scoprire una cittadina veramente interessante con molti edifici storici e caratteristici tra i quali si distinguono la Cattedrale in stile romanico-gotico e il Municipio costruito in pietra arenaria di colore rosso pompeiano.

Innumerevoli i musei d’arte contemporanea che fanno di Basilea un importante centro culturale oltreché capitale dell’industria chimico-farmaceutica europea e polo finanziario nazionale insieme a Ginevra e Zurigo.

Saluto finale e congedo con arrivederci ad Amsterdam (Olanda) che ospiterà l’EuroCross 2013.

Augusto



Gara: Euro Cross - Campionato Interbancario Europeo (03/06/2012)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
big.jpg
File Attachment Icon
small.jpg