Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

Ho Le vertigini!
di Antonietta Scala, 01/07/2013

Ho fatto più di 200 gare in questi anni e stavo considerando che alcune cominciano ad annoiarmi, ad essere ripetitive, a non darmi nessuna emozione. E un’emozione una gara me la deve dare perché questa è una passione e la passione è emozione!

E così mi ritrovo ad aver provato una grande emozione ieri alla Monte Terminillo Sky Race. Sicuramente una novità per me, iscritta quasi per caso e trainata o trainando anche Lucia Perilli e Tony Marino nell’impresa.

Che sia una gara diversa dalle altre si vede già dalle richieste dell’organizzazione. Pur essendo iscritti dalla società devi portar con te il certificato medico e naturalmente tutto il materiale che verrà con te su per i monti: riserva idrica e alimentare, cappello, guanti, giacca antivento, fischietto, cellulare bende elastiche, bicchiere personale, bastoncini.

Capisci già che non sarà un trail come gli altri. Ne ho fatti proprio pochi e sono una donna di mare più che di montagna. Ma è una bella sfida e recupero tutto il materiale. Rinaldo Ceccotti mi presta i bastoncini, bicchiere pronto, riserva idrica, alimentare (che non userò), fischietto e bende… li salto! Inoltre c’è un cancello orario a 1h45min al Rifugio La Fossa, circa al decimo km. Penso che ce la posso fare… (quanto mi sbagliavo..).

Arrivo con Paolo Cristofaro a Lisciano e lì cominciamo a vedere tutti i partecipanti attrezzatissimi. Siamo un numero esiguo rispetto ad altre gare ma ben 14 della Podistica! Prima di partire ci avvertono che in quota c’è vento forte, tanto per tranquillizzarci…

Dopo le foto di rito… si parte! Altitudine 570 metri. La salita comincia da subito. Dopo circa 500 metri in paese si entra in una strada sterrata che comincia subito a salire.

Parto insieme a Lucia che ovviamente mi stacca dopo pochi km. La strada diventa un sentiero ombreggiato e comincio a sentire la fatica da quasi subito. Si avanza correndo ad una velocità bassa. La salita pesa e anche tutti i rami per terra. Arrivo all’ottavo km dopo ben 1h15 e trovo un volontario con dell’acqua. Un miraggio… anche perché la mia riserva idrica supertecnologica non funzionava benissimo… Il volontario mi informa che il cancello orario sta ad un km e 800 m e mi dice che quindi dovrei farcela in 30 minuti, anche se è il tratto della Faggeta peggiore, salita ripidissima!

Comincio questo tratto e ho cominciato a vedere le stelle. Ho ringraziato di essermi portata il bastoncino (uno solo per non impicciare come mi ha suggerito Rinaldo) e calcolavo che non sarei mai arrivata al cancello… altro che 30 minuti!!! Ho cominciato a sperare che mi fermassero al cancello, che ero già soddisfatta così, ero distrutta. Ma, arrivata al cancello, Rifugio La Fossa, da lontano mi gridano “Si sbrighi signorina che stiamo chiudendo!! “. Ovviamente si erano un po’ allargati come tempo perché per fare quel km e 800 ci ho messo circa 40 minuti!!! Vabbè… mi sono pure dovuta mettere a correre dopo la salita sovrumana per affrettarmi e arrivata lì mi dicono che dopo di me avrebbero chiuso.

Niente da fare, devo continuare.. ci sono ancora circa 6 km di salita fino alla vetta. Siamo già a 1500 metri. Per strada incontro tanti volontari, escursionisti, mucche!!! Il paesaggio è stupendo e merita tutto quello sforzo. Passi da montagne verdi a strapiombi, ghiaccio e certe volte mi fermo a fare delle foto.. non posso farne a meno. Continuo la mia via con i fratelli Golvelli che mi faranno da accompagnatori fino a fine gara.

Raggiungiamo finalmente la cresta e lì posso solamente guardare davanti i miei piedi per non sbagliare un passo. Guardi a destra e a sinistra, vuoto da un lato e dall’altro e per strada tanti volontari che ti aiutano. Mi hanno passato giù il bastoncino mentre mi tenevo alla corda per scendere e ti indicavano dove passare. Intanto Giovanni mi aspettava e Ettore mi dava la mano per scendere in alcuni punti… servita e riverita.

Finalmente arriviamo in vetta, Rifugio Salvetti, 2226 metri e da lì finalmente riusciamo a vedere la discesa. Abbiamo già fatto 15 km. Finalmente si riesce a correre, sulle pietre, ma almeno si accenna la corsa! A voce alta commento che non guardo di sotto perché mi vengono le vertigini e un volontario allarmato ripete “Vertigini? Come hai fatto ad arrivare qui sopra?” Ma lo tranquillizzo dicendogli che è un modo di dire. Non mi gira la testa ma guardare giù fa impressione. (Ma stanno dappertutto questi volontari???)

Continua la discesa a rotta di collo per sentieri pietrosi e mancano solamente due km. Finalmente si corre e le gambe vanno anche dopo tutta la salita. Ultimo strappo dentro una pinetina ( a rischio cadute) e lì incrocio altri tre partecipanti. Discesa in mezzo ad un prato (a rischio storte) ed entrata dentro il campo sportivo con ultimi 400 m di pista. All’arrivo ad incitarmi Anna Maria Ciani, Alessandra Poggi, e Cristina Imbucatura che mi dà un bacio all’arrivo. Lei ovviamente è arrivata da un’ora.

Sfinita!!! Quattrooreeventinove… ma a me chi mi ci ha portato??? Sono di Palermo….la montagna non la conosco!!!
Segue doccia e un buonissimo pasta party e riusciamo anche ad andare in premiazione. Io prendo i premi di tutte le donne della podistica: Io 15^, ultima donna, Lucia Perilli 12^ e Imbucatura 7^ !

Mentre salivamo su, Ettore Golvelli diceva che ogni volta dice che non farà più questa gara e puntualmente la rifà… è una droga. E mentre parlava pensavo …col cavolo che la rifaccio!

E invece già ieri sera pensavo che l’anno prossimo mi preparerò e sarà bello rifarla. Siamo tutti un po’ masochisti.


Gara: Terminillo Sky Race - TSR (30/06/2013)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
scala(l).jpg
File Attachment Icon
scala(s).jpg