Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

La gloria dopo il bagno.
di Marco Perrone Capano, 08/07/2010

Le fasi di consegna dei pettorali per la gara di Jenne - foto per gentile concessione di www.romacorre.it

Le fasi di consegna dei pettorali per la gara di Jenne - foto per gentile concessione di www.romacorre.it

Parto da casa in moto con 35 gradi misurati e abbigliamento..quasi da spiaggia.

Tutto bene fino all’uscita per Subiaco dove, all’improvviso, alcune gocce mi fanno capire che si preparavano i guai.

Infatti poco dopo l’uragano inonda la Tiburtina e arrivo a Santa Scolastica fradicio come mai prima ! Recupero il pettorale tra gli sguardi increduli degli altri Orange e già il freddo mi prende alla pancia.

Per un vero motociclista nonché ex scout, la mancanza di abbigliamento idoneo è un pessimo segnale.. comincio a pensare che ha ragione la Vernini con le sue teorie sull’invecchiamento precoce….

Ma non era finita; riprendo la moto e sempre fradicio e sotto la pioggia vado a Jenne. Poi in un parcheggio defilato indosso l’attrezzatura da corsa e vado all’arrivo per aspettare la navetta.

Nel frattempo il freddo e i pomodori del pranzo ballano liberi nella pancia.

La navetta è un bel furgone 9 posti, dove saliamo in 15: io finisco appollaiato nel baule compresso fra il portellone lo schienale, insieme ad altri 3 fortunati.

Inizia la discesa da Jenne e l’autista, emulo di Shumacher, si esibisce in una guida da F1 che mi fa arrivare al limite del vomito. I pomodori nel frattempo sono arrivati in gola.

Risultato, a 10 minuti dal via mi ritrovo infreddolito e pieno di nausee nel gruppone di coda.

Poi il via e… miracolo, tutto il malessere passa in pochi minuti ! Recupero e supero tanti atleti, anche qualcuno dei nostri e pur ammirando il fantastico panorama che si apre tra i tornanti arrivo incredibilmente 29 esimo di categoria in 57’ e 58’’ !

La morale è: la corsa guarisce da tutto ma un kway serve sempre !!

Grande giornata e grandissima Podistica

Un abbraccio

Marco


Marco Perrone al Trofeo Lidense
Marco Perrone al Trofeo Lidense

Gara: La Jennesina (03/07/2010)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
perrone.jpg
File Attachment Icon
jenne.jpg