Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

Sapessi com’è strano fare il 21 marzo la … Stramilano !!
di Carlo Sallustio, 26/03/2010

Carlo Sallustio all’arrivo della Stramilano agonistica internazionale.

Carlo Sallustio all’arrivo della Stramilano agonistica internazionale.

Quest’anno avevo progettato di fare al massimo un paio di maratone nella seconda parte dell’anno.

Pertanto la Maratona di Roma, peraltro bellissima e corsa lo scorso anno, giungeva in un momento poco propizio per la mia preparazione.

Allora cosa fare ?
Mi sono ricordato dell’invito di alcuni ex compagni d’Università della LUISS, Stefania (apprendista .. podista!) e Fabrizio (plurimaratoneta), che vivono e lavorano da un po’ a Milano. “Perché non vieni a correre la Stramilano agonistica internazionale ? E’ una bella gara e poi nel week end ci sarà l’occasione per rivedersi…”. “Ok”, dico io, “perché no ?” Detto … fatto.

Stavolta parto con mia moglie Daria per un fine settimana, esattamente il venerdì sera. Domenica, in occasione della gara, vedrò Paolo (Giambartolomei) il quale ha invece ha optato per una … toccata e fuga in treno. Il sabato scorre tra una visita alla città (musei, l’immancabile Duomo, la Galleria Vittorio Emanuele, l’omonimo Corso, i negozi del centro…) una leggera sgambata di Km 8 al parco Indro Montanelli e la gradevole cena con ex “luissini”, familiari e qualche loro amico.

L’indomani il tempo – come da previsioni meteo – è nuvoloso, umido e a tratti piovoso. “Mah !”, dico tra me e me, “quanto meno non c’è il sole e visto che è un percorso veloce, stai a vedere che ottengo il mio primato personale…”.
Dopo essere arrivati in metro vicino al Castello Sforzesco, da dove partirà la gara, io e Daria ci dividiamo: a me la mezza maratona (sport e sudore), a lei la … Pinacoteca di Brera, ossia la cultura e una gradevole passeggiata tra splendide opere d’arte. La prossima volta spero di avere il tempo di visitarla.

Durante il riscaldamento si vedono – vicino al Castello – figuranti in divisa dell’Impero Austro-Ungarico (su un carro con tanto di cavalli) e del Regno di Sardegna.
Sembrerebbe di essere tornati indietro nel tempo se non fosse per tutti quei podisti che intorno al Castello sgambettano e fanno stretching in calzoncini e maglietta in attesa della partenza.

In quel momento ho pensato a com’era strano essere alla Stramilano proprio mentre si svolgeva la Maratona nella Capitale con tanti amici “orange”. In fondo è bello così: accomunati dalla passione per la corsa nello stesso momento in posti diversi.
Alle 10,45 in punto si parte ! Vedo schizzare in avanti i Keniani che poi si piazzeranno ai primi posti e mi affianco a Paolo, che saluto e con cui scambio qualche battuta: poi ognuno segue il suo ritmo di gara.

La “1/2” scorre discretamente, con una temperatura accettabile, mentre l’umidità è troppo elevata (oltre il 90% !) e la pioggia – benché leggera – ogni tanto si fa sentire.
Non mi dilungo sul percorso, lineare e veloce, che sfocia nell’Arena civica del 1807 di napoleonica memoria. Anche questa “½” è fatta… Con un po’ di disappunto noto che il tempo ufficiale di gara è più alto di quello indicato dal GPS. Va bene, non sarebbe stato il mio personale ( 1h 36’ 57” alla “½ di Roma-Ostia 2009”) però 1h 37’ 04” era già meglio di 1 h 37’ 18”. Pazienza, va bene così.

Saluto Paolo e finalmente Fabrizio (Cosi), ex “luissino” con decine di maratone alle spalle, rientrato quella mattina da Parigi dal Trail de Paris (Km 50,0) che ci teneva a vedermi e che ha consegnato alla prima atleta MF 35 il premio di cui è stato promotore in ricordo di Michela, la podista morta nel terremoto dell’Aquila.
Ci si lascia con la speranza di rivedersi a Roma e ritrovo Daria. Mi dice che la mostra era bellissima e che avrei dovuto assolutamente vederla. Ok, ma ora – penso io – le priorità sono una doccia, un localino dove mangiare qualcosa di buono e poi il treno per Roma… già, il treno … qualche ora dopo, mentre sto per arrivare a Roma penso tra me e me “… chissà come sono andati i gli amici della Podistica alla prima maratona …però che bello correre a Roma, a Milano, Berlino, New York …ovunque! Correre e viaggiare: che binomio ! ”

Carlo Sallustio


Gara: Stramilano (21/03/2010)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
stramilano.jpg
File Attachment Icon
sallustioamilano.jpg