Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

L’ultimo Trail
di Marco Chiarelli, 18/05/2014

Il pettorale del nostro amico Marco

Il pettorale del nostro amico Marco

L’avevano detto che sarebbe stata una corsa impegnativa, oltre 1100 mt di dislivello in 15 km …
Pensavo dentro di me mentre ero in viaggio per Terni “a quell’altezza sai che panorami”, “chissà se ci fanno passare vicino a qualche scorcio dove le cascate ci guardano e ci guidano lungo il percorso”.

Invece niente di tutto ciò.
Era un susseguirsi di salite e discese come un percorso di guerra, “e che salite”.
A volte così ripide da chinarsi in avanti per appoggiarsi con le mani.
Siamo passati dopo i primi alberi e sentieri del bosco, in mezzo a spaccature nella roccia dove passavi uno per volta e dovevi usare oltre alle gambe, anche le braccia e le mani per tirarti su.
Passaggi impervi e ancora salite e discese come se la natura scandisse il suo tempo, così verticali che in alcuni punti ti aiutavi con le mani attraverso gli alberi, in discesa per frenare, in salita per spingere.
Che boschetto magico, quasi da paura” scusate il termine, mi dicevo tra me e me. Mal indicato il percorso e qualcuno ha sbagliato strada.
Piccoli torrenti dove eravamo costretti a saltare tra un ciottolo e l’altro, sperando di non bagnarsi le scarpe.
Insomma è stato il Trail delle meraviglie in quanto non finivi mai di meravigliarti di quanto fosse “Tosto”.

I piedi mi hanno maledetto, ma tendini, muscoli, cuore e mente mi hanno sorretto fino alla fine, anche quando al 9 km ho preso una storta, ma dovevo finire, era tanta la voglia di chiudere la gara che non sentivo il dolore.
Devo dire che anche questo Trail è stata una prova con me stesso e malgrado la fatica e l’insufficiente segnalazione dei percorsi, "non sarà il mio ultimo Trail”.

E con questo mando un saluto e un abbraccio agli unici Orange presenti: Enrico, Ettore e Giovanni.

Era un po’ come “eravamo quattro amici al bar”… ma stavolta il motivo per cui ci siamo persi di vista era uguale per tutte e quattro.


Il boschetto magico

Il boschetto magico

Gara: Trail 165 delle Cascate delle Marmore (18/05/2014)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
ultimo2.jpg
File Attachment Icon
ultimo1.JPG