Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

Eccomi di nuovo a festeggiare con voi!!
di Natalino Aragona, 12/04/2019

Dopo quasi 3 anni sabbatici sono tornato per calcare le strade con la selvaggia orda orange. Inizio l’anno con in testa la maratona di Roma ma con alcuni paletti imprescindibili. Il primo è proprio la Miguel che nonostante l’ho fatta senza spingere gli ultimi chilometri faccio fermare il cronometro a un secondo dal PB!! A quel punto mi sono detto che non avrei mai più corso con il freno tirato ed ecco che arriva il PB alla mezza della Panoramica e bissato dal PB alla Roma Ostia. Non c’è due senza tre o meglio spero nel tre senza quattro!!!

Eccomi pronto per la regina delle corse nella città Caput Mundi, sveglia piuttosto anticipata visto che mi sentivo riposato ben prima delle 5:30, colazione senza esagerare e via alla metro. Non piove e non siamo ancora molti a incamminarci, sorrisi, saluti qualche incoraggiamento e ci troviamo a risalire la strada verso il Colosseo come novelli gladiatori. Faccio su e giù per trovare il raduno degli orange, visto che la mail dove c’era scritto il punto la via è sparita misteriosamente dalla posta ma non mi riesce. Un po’ mi scoccia, la legione orange che urla prima della partenza mi gasa non poco, vabbé sarà alla prossima. Un piccolo carico di sali e mi incammino nella mia gabbia, ecco la pioggia… mi sembrava strano non venisse a salutarci.

SI PARTE!!! I primi chilometri sono corsi per non cadere e io cado subito per un sacco buttato tra i piedi, nemmeno me ne rendo conto e prendo un buon ritmo, mi ero detto di stare sopra i 5’40”/km per accelerare dopo se ne avevo invece dopo pochi chilometri abbandono, sulla Cristoforo Colombo, i pacer delle 4h della seconda onda per correre a sensazione e mi accorgo di essere costantemente sotto i 5’30”, dopo Ostiense percorriamo il lungotevere fino a percorrere via Conciliazione con la Maestosa presenza della Basilica di San Pietro e via per il Quartiere Prati, raggiungo i pacer delle 4h della prima onda e per farlo il 18° km lo chiudo a 4’58”, capisco che a questo punto sarei scoppiato e quindi imbriglio la voglia di strafare e comincio a usare la testa.

Intanto il sole comincia a fare capolino tra le nuvole e la strada si fa tortuosa ma scorre anche se riattraversato il Tevere vicino l’Olimpico la strada sembra non finire mai. Finalmente si curva e, per noi di Roma è chiaro che si ritorna verso il traguardo, i chilometri passano ma ora più lentamente tra una folla a tratti festosa. È il centro di Roma che tutto il mondo ci invidia, ora il sole è più deciso e io comincio a sentire i chilometri nelle gambe. Piazza Navona ci accoglie con un inebriante coro di incitamento che continua fino a Piazza Venezia. Dobbiamo girare verso la Bocca della Verità e questa deviazione ci fa sentire ancora di più la stanchezza, le ali della folla sembrano vogliano spingerci e anche se le forze sono quasi esaurite non vogliamo deluderli, fiancheggiamo Circo Massimo e una biga ci farebbe comodo davvero, curviamo e magicamente su viale San Gregorio ci appare l’Arco e il maestoso Colosseo.
Siamo davvero arrivati, la salitella è leggera con gli incitamenti che si fanno assordanti e la vista del traguardo ci toglie ogni sensazione di stanchezza o dolore, è fatta!!!
È finita in 3h58’36”!!! migliorato di 22 minuti rispetto a Roma 2016, ancora un PB, what else??


Gara: Maratona di Roma [TOP] (07/04/2019)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
g.jpg
File Attachment Icon
p.jpg