Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

Il postino suona sempre due volte...
di David Kevorkian, 07/03/2012

…e da quando sono entrato in podistica, mai avevo trovato un week end così pieno di gare ed appuntamenti!

Tibur Eco Trail, con Cristiano Giovannangeli che lo sponsorizza dovunque e dove Maurizio Zacchi promette di trasformarsi in stambecco?

Oppure Cross Interfiliale per sfidare Salvatore Cairo e Raffaele Pirretto?

E se me ne andassi ad inseguire il buon Pit sempre accompagnato dall'incrollabile Tamara alla Strasimeno?

Oppure alle Valli del Sorbo per ridere e sghignazzare con Daniela Paciotti e le sue pozioni magiche?

Scelte ardue … poi appare quasi all’ultimo secondo la Rock&Run, saltata a febbraio per la storica nevicata.

Ad Ostia io ho vissuto per un anno… il mio primo anno “romano”! E la partenza, guarda caso, è proprio all’arrivo della Roma-Ostia di una settimana fa, in una sorta di continuità degli eventi! Ma sì, dai… e Ostia sia!

La gara è… piccola, pochi partecipanti ma l’atmosfera è allegra, divertente, piacevole, con la musica di Lucio Dalla sparata a tutto volume dagli organizzatori! In fondo, è stato ed è “rock” pure Lucio Dalla!
Noi ci mettiamo il “Run”… ma noi chi?

Mi guardo intorno e… scorgo pochi orange. E faccio una solenne promessa a me stesso ed al presidente Pino: parteciperò, quanto prima, ad una task force… per imparare e per poi aiutare, in futuro, quando i week end si moltiplicheranno di gare ed eventi!

La vela orange deve garrire al vento sempre! Incontro Roi Piermarini, ritiro il pettorale e mi avvio per i miei 6 km di riscaldamento, accompagnato da due orange di Tivoli: ammazza… ma quanta gente corre a Tivoli?
E soprattutto… quanto corrono veloce?!?!? Fabio Micarelli e Rossella Magini mi raccontano dei loro allenamenti, del loro gruppo, della “banda Tivoli”, insomma… prima o poi, un salto da quelle parti a correre lo farò!

Chissà se in regalo non mi daranno pure un paio di gambe e due polmoni nuovi, Made in Tibur, magari!

Poi, come sempre all’improvviso, mi ritrovo sulla linea di partenza! Accanto a Lisa Magnago di giallo vestita e a Francesco Valerio

Si parte ed il percorso ricalca un po’ quello della Lidense. Io lo “uso” per allenamento pre-maratona, il passo è medio lento ma costante, il fiato regge e le gambe girano.

Lisa riesce a correre davanti a me, ascoltando la musica e salutando praticamente… tutti! Una vera star! Incredibile!!! Un giorno, quando la vedremo tutti sul grande schermo, potremo dire: “io la conosco, io ci ho corso insieme!”

Per la seconda volta, nel giro di un paio di mesi, ci ritroviamo a correre nella pineta di Ostia. Il percorso ricalca in parte quello del trofeo Lidense, con i suoi sentieri in terra battuta, l’asfalto deformato dalle radici degli alberi ed il silenzio che accompagna una gara nella natura. Si sentono solo i respiri, talvolta affannosi talvolta regolari ed i passi, più o meno lievi, dei runners.

Per la seconda volta nel giro di una settimana, gli automobilisti forse “imprecano” contro di noi che ci siamo conquistati un pezzetto di Cristoforo Colombo… ma si sa, noi runners siamo testardi, tenaci e decisi: se vogliamo un pezzo di Colombo, ce lo prendiamo!

Ci sono anche un bel po’ di tifosi in giro per la pineta e soprattutto qualche giocatore di gioco di ruolo dal vivo… ed in quel momento mi chiedo se siamo più strani noi che la mattina della domenica calziamo scarpette e pantaloncini in qualsiasi condizione atmosferica per sudare… o se sono più assurdi loro, vestiti da orchi, giganti e gnomi che impugnano stranissime repliche di enormi armi. Io non giudico, non è da me! Ma l’accostamento di questi due folti gruppi è quanto meno… curioso!

Due giri in pineta, lo sprint finale, si taglia il traguardo e lo speaker riesce addirittura a pronunciare il mio cognome… WOW! È la prima volta!

Il tempo finale è quello che è ma son soddisfatto, in fondo è un allenamento in vista della maratona di Roma. Il ristoro a base di pane ed olio è… semplice quanto divino! Uno sguardo al mare, il vento che sferza il volto e ci si avvia a casa.

La promessa è che d’ora in poi, la vela orange sarà sempre presente!


Gara: Rock&Run (04/03/2012)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
R&R(s).jpg
File Attachment Icon
R&R(l).jpg