Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

Turismo Sportivo.
di Theresa Dyer, 01/06/2010

Giovanni Golvelli e Theresa Dyer (foto di Giuseppe Coccia)

Giovanni Golvelli e Theresa Dyer (foto di Giuseppe Coccia)

Una delle cose che mi piace del podismo fatto con la Podistica Solidarietà è che mi porta a scoprire posti nuovi: vedi Rieti con la sua mezza maratona passando per il borgo medioevale, L’Aquila e il sostegno ai teremotati, Villa Adriana a Tivoli e la sua bella campagna tempestata di papaveri rossi. Una specie di turismo sportivo, insomma! E poi, domenica scorsa c’è stata la gita a Roccasecca in provincia di Frosinone, nella Ciociaria, con le sue montagne violastre e i campi verdi.

Roccasecca si presenta come paesino che si arrampica su verso le ruderi del suo castello, ancora ben definite le mura e torrette, ma il ritrovo della gara è situato nella piccola villa comunale con le sue giostre, perfetto per i bimbi dei podisti che dovranno aspettare mentre mamma e papà si fanno una corsetta di 11,800 km.

Ero stata avvertita dalla scheda gara del percorso saliescendi ma i primi 7 km passano in modo piacevolissimo con prima una lunga discesa e poi alcuni kilometri in pianura tra le villette ordinate e strade alberate della campagna sotto Roccasecca. La gente del posto esce di casa e ci incorraggia con applausi e complimenti. Fa caldo ma ogni tanto arriva un venticello che rinfresca un pò. Mi domando come mai non si vede un ristoro, ma poi mi accorgo che è stato posto strategicamente all’inizio della salita leggera ma lunga che va dal settimo al decimo kilometro più o meno. Quelli bravi si fanno 3 kilometri in salita sempre di corsa, ma io devo alternare corsa e camminata. Che sollievo quando si arriva finalmente di nuovo in paese e c’è l’ultimo pezzo in salita fino al traguardo dove un folto pubblico ci aspetta e ci incita nell’ultimo sforzo!

L’altra cosa che mi piace di queste gare ‘in trasferta’ sono i compagni di viaggio. In questo caso eravamo un gruppetto piccolo: Alfredo Donatucci (primo tra noi), Fabrizio Marini, Cristina Imbucatura (prima donna tra noi), Graziano Meneguzzo, Franco Valerio, Carlo Tedeschi, Edwige Nania, Cinzia Agostini, Claudio Simonelli, Alessandro Verrecchia, Giovanni Golvelli, Gianni Cossu e Romano Dessì (premiato per la marcia), nonchè il sostegno prezioso del nostro Presidente, pronto anche ad immortalare in fotografia le nostre fatiche.

Niente premio di società oggi, ma tanta simpatia, affiatamento e generosità. L’instancabile Giovanni Golvelli si è fatto prima l’Ecomaratona di Roma la mattina, poi questa gara il pomeriggio, sulla scia di altre gare il giorno prima e il venerdì. Ho potuto affiancarlo dall’inizio della corsa ad un passo comodo ma arrivati alla salita, quando lui avrebbe facilmente potuto andare avanti, mi ha assecondato nella corsa/camminata e ha fatto sì che finissimo la gara insieme. Grazie Giovanni!

Grazie anche a Franco e Gianni (Team Nettuno! Andate a fare la gara domenica 6 giugno lì al mare che sicuramente sarà bellissimo!) per le loro premure post-gara: assicurandosi che avessi acqua a sufficienza, una cosa asciutta da mettere addosso al posto della canotta zuppa di sudore e tante piccole accortezze che ti fanno sentire proprio a tuo agio.

Ho anche impresso i sorrisi solari di Cristina e Cinzia ed è sempre emozionante iniziare una corsa nel mezzo di una macchia orange, contornata da questa bella squadra che è la Podistica Solidarietà.

Parto da Roccasecca con in mano il mio premio personale (tutte le donne arrivati al traguardo hanno ricevuto premi), nelle orecchie il suono del claq napolitano simpaticissimo della società vincente, Podistica Il Laghetto, e davanti a me un drammatico tramonto rosa.

Un’altra domenica passata bene!


Cristina Imbucatura (foto di Giuseppe Coccia)

Cristina Imbucatura (foto di Giuseppe Coccia)

Gara: Memorial Antonio Fava (30/05/2010)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
dyerroccasecca.jpg
File Attachment Icon
golvellidyerroccasecca.jpg
File Attachment Icon
imbucaturaroccaseccapicc.jpg