Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   societÓ   notizie   solidarietÓ   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica SolidarietÓ su FacebookPodistica SolidarietÓ su TwitterPodistica SolidarietÓ su InstagramPodistica SolidarietÓ su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

Carletto Bomba, Abdon Pamich e Io
di Marco Tomassini, 09/12/2014

I marciatori tra cui il nostro orange 'Tommy' pronti alla partenza

I marciatori tra cui il nostro orange 'Tommy' pronti alla partenza

Nell’ambito di “Tutta Roma per Samia”, sabato 6 dicembre, si Ŕ svolta al Parco di S. Maria della PietÓ una serie di iniziative a carattere sportivo, tra queste una gara di marcia in memoria di Carlo Bomba, il mito della specialitÓ romana e laziale, 7 volte campione del mondo e 8 volte campione europeo master, famoso anche per aver partecipato a un film con Alberto Sordi, venuto a mancare due anni fa.

Naturalmente, dovevo esserci a tutti i costi, visto che si svolgeva nel parco che Ŕ stato il mio terreno d’allenamento prima come runner e poi come marciatore per due decenni e soprattutto per onorare una persona eccezionale che ho avuto il piacere di conoscere come ho giÓ ricordato in un precedente resoconto. Gareggiare in un posto stupendo come il S.Maria della PietÓ, con molte specie vegetali presenti e con le molte varietÓ di uccelli che fanno del Parco quasi un’oasi naturalistica, Ŕ stato semplicemente meraviglioso, tale da far dimenticare che in passato, quando ospitava il manicomio Ŕ stato un luogo di profondo dolore.

Il terreno non era propriamente adatto alla specialitÓ, l’importante era per˛ partecipare insieme a tanti marciatori e marciatrici romani/e (anche un atleta venuto dalla Lombardia) con i quali ho condiviso in questi ultimi 5/6 anni allenamenti e gare tutti uniti dalla stessa passione. Quello che non mi aspettavo per˛, era trovare alla gara Abdon Pamich, il grande campione che a 7 anni, in televisione, vidi vincere le Olimpiadi di Tokio e mi accese l’amore per la marcia. Cosý sono andato subito a stringergli la mano e a ringraziarlo per l’emozione che mi aveva dato da bambino. Poi Ŕ partita la gara e mi sembrava di andare fortissimo e di non sentire la stanchezza, in salita spingevo molto e agli ultimi 100 metri avevo anche la forza di allungare. SarÓ stata quella stretta di mano a darmi quella sensazione?

Per la cronaca la gara era un percorso di 1,5 Km da ripetere 4 volte, quella maschile Ŕ stata vinta da Rosario Petrungaro e quella femminile dalla mia coach Daniela Ricciutelli, per me, unico orange, un 5░ posto in 38’20” che mi riempie di soddisfazione. Qualcuno in gara corricchiava ma non era la giornata per fare polemiche, era invece la giornata per ricordare oltre a Samia, un campione come Carlo Bomba insieme al pi¨ grande marciatore che ha mai avuto l’Italia: Abdon Pamich.

Marco “Tommy” Tomassini


Il mitico marciatore Carletto Bomba

Il mitico marciatore Carletto Bomba

Gara: Tutta Roma per Samia - Memorial Carlo Bomba (06/12/2014)

SCHEDA GARA



File Attachment Icon
small.JPG
File Attachment Icon
large.jpg