home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

notizie di solidarietà


archivio notizie

Manteniamo alta un’unica speranza...............
di Arianna Carciotto, 13/08/2020

Carissimi Orange,

ecco l’aggiornamento delle notizie per quanto riguarda il

progetto MAIS in Sudafrica.

Anche in quella regione purtroppo il numero delle persone contagiate continua al momento a crescere e si tratta sempre di numeri sottostimati, considerando la difficoltà di reperire i kit per effettuare i tamponi. In questa situazione gli ospedali sono al collasso e mancano le misure basilari per far fronte alla situazione ecurare gli ammalati inesorabilmente in crescita.

In questo contesto ad aggravare la situazione c’è il forte rallentamento dell’istruzione dei giovani a causa delle chiusure delle scuole e della impossibilità di fare le lezioni a distanza, ad eccezione di pochi bambini privilegiati perché in condizioni economiche migliori. Solo di recente sono ripresi i rientri a scuola. Purtroppo però, a poco tempo dalla riapertura, è stato necessario richiudere molte scuole a causa di focolai di contagio, con conseguente rinnovata sospensione delle lezioni in attesa della sanificazione degli ambienti. Naturalmente gli effetti della chiusura si fanno sentire in maniera maggiore per i bambini della scuola primaria che rischiano di dimenticare quello che hanno appreso nei primi mesi di scuola.

Anche nella Casa famiglia gestita dal MAIS c’è grande preoccupazione per un eventuale contagio tra gli ospiti e gli operatori e si cerca di rispettare al massimo le misure di sicurezza previste.

Al momento molti dei ragazzi sono rientrati nei loro villaggi rurali dove la diffusione del virus è decisamente più limitata. La possibilità di allontanare i ragazzi dai centri abitati è uno dei motivi per cui molti genitori, alcune scuole e i sindacati sono contrari alla riapertura delle scuole, luoghi di assembramento in cui è facile la trasmissione del virus.

Il MAIS si sta facendo carico anche della distribuzione di cibo alle famiglie degli studenti in difficoltà, sperando che la situazione di emergenza rientri al più presto.
La pandemia da Coronavirus ci ha insegnato la fragilità della condizione di umani soprattutto in Paesi con situazioni economiche e sociali difficili ma anche i Paesi cosiddetti sviluppati stanno pagando un prezzo altissimo in termini di decessi e di gravi crisi economiche.

Manteniamo alta un’unica speranza, che la condivisione del momento di grande difficoltà sia una spinta verso una più ampia cooperazione e mutuo aiuto tra gli individui.

Occorre ricordare che da anni la Podistica Solidarietà ha adottato 3 ragazzi in età scolare e li sostiene con una donazione di 77 euro mensili.

-------------------------------------------------
MAIS Onlus
è un’associazione di volontariato laica nata nel 1987, che si occupa di Sostegno a Distanza finalizzato all’istruzione come strumento principale dell’autosviluppo di un popolo.
Il nostro motto è infatti: chi sa di più, lotta meglio.
MAIS Onlus sostiene oggi più di 1.000 bambini, 4 case famiglia, una clinica e una fattoria.
Con i nostri progetti in Africa, India, Sudamerica ci occupiamo di Istruzione ma non solo.
Protezione, Salute e Lavoro sono i nostri altri obiettivi:
– Case famiglia per accogliere e curare bambini malati di AIDS o orfani;
– Lotta a AIDS, tubercolosi e tumori femminili, campagne di vaccinazione e ambulatori odontoiatrici per promuovere salute e prevenzione;
– Decine di corsi professionali ogni anno per fornai, parrucchieri, assistenti sanitarie, ceramiste, programmatori software, agricoltori, allevatori.




File Attachment Icon
maisbig.jpg
File Attachment Icon
maispicc.jpg