Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   società   notizie   solidarietà   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietà su FacebookPodistica Solidarietà su TwitterPodistica Solidarietà su InstagramPodistica Solidarietà su YouTube

NOTIZIE SOCIALI


tinforma


notiziario tiburtino


podistica in pillole


VIDEOTECA


ritratti orange


sezione di nettuno


bacheca della solidarietà


archivio notizie

Mobilità dolce e sostenibilità: la Podistica promuove la sicurezza stradale
di Isabella Calidonna, 23/05/2017

La Podistica Solidarietà ha preso parte il 12 maggio 2017, in qualità di membro aggiunto alla prima seduta della Consulta cittadina sulla sicurezza stradale tenutasi in Campidoglio, “Mobilità dolce e sostenibilità”, promossa da Roma Capitale sul tema delle politiche di sicurezza stradale di Roma.
Obiettivo strategico: ridurre entro il 2020 del 50% il numero di decessi e del 35% quello dei feriti gravi per incidenti stradali a Roma.
La costituzione di tale organismo rafforza l'impegno dell'Amministrazione nel favorire gli spostamenti a piedi e in bicicletta, promuovere l'uso del TPL, diffondere sistemi alternativi di spostamento, verso un riequilibrio modale complessivo che riduca al contempo gli incidenti stradali, la congestione e l'inquinamento.

La nuova consulta è intesa come sede permanente di confronto e collaborazione tra tutti i settori istituzionali e i soggetti pubblici e privati operanti nei campi della sicurezza stradale, della modalità dolce e della sostenibilità, della inclusività e dell'accessibilità urbana.
L'obiettivo è quello di costruire una rete di relazioni fra le istituzioni e le rappresentanze sociali, per favorire la conoscenza delle condizioni specifiche del territorio e dei programmi dell'amministrazione, oltre che consentire a tutti i soggetti coinvolti di partecipare attivamente allo sviluppo delle politiche istituzionali.
Il primo tema su cui si avvieranno i lavori della Consulta è il "Programma straordinario per la sicurezza stradale - Vision zero" recentemente elaborato dall'amministrazione. Sulla scorta delle esperienze dei Paesi più virtuosi (Svezia, Paesi Bassi, Western Australia, ecc.), il programma straordinario assume l'approccio "Vision zero" e l'idea che nessuno, in futuro, debba rimanere ucciso o seriamente ferito a causa di un incidente stradale.

Personalmente, credo sia arrivato il momento in cui si DEVE fare qualcosa. Aiutarci, anche solo condividendo o lasciando le vostre idee, sarebbe di grande aiuto.
E il mio pensiero, mentre scrivo, va a Nicky, Julia, Michele... gente famosa, direte. No! VITTIME DELL'INCIVILTA' STRADALE. Come vittima lo è stata una sedicenne, deceduta stamane perché investita da un'auto.
Non possiamo rimanere fermi a guardare, ne va della nostra sicurezza e di quella dei nostri cari. Credo che si possa "rieducare" al rispetto.
Io voglio poter vivere Roma in tranquillità, voglio poter stare tranquilla quando esco in bici e a piedi. Voglio che siano tranquilli i miei amici, i miei conoscenti, tutti coloro che salutano al mattino un loro caro, senza avere la paura di non poterlo più rivedere.
Basta veramente poco. Solo un pochino di attenzione in più. Solo un pochino di dolcezza e gentilezza per tutti, in particolar modo verso i più deboli. "È una cosa troppo grande" direte voi. No, non lo è, specialmente se uniamo le nostre "piccole ma grandi" forze.




File Attachment Icon
g.jpg
File Attachment Icon
p.jpg