Informativa sulla COOKIE LAW: Questo sito utilizza solo cookie tecnici
 home page   podistica   triathlon   trail   ciclismo   criterium   societą   notizie   solidarietą   fototeca   dlf   fidal   aics   links   area riservata   contatti 
Podistica Solidarietą su FacebookPodistica Solidarietą su TwitterPodistica Solidarietą su InstagramPodistica Solidarietą su YouTube

notizie gare podistiche


archivio gare podistiche


calendario gare su strada


calendario gare in regione


calendario gare trail


calendario gare all'estero


11 consigli per la maratona


archivio notizie

Legge Nazionale sulla Mobilitą Ciclistica
di Redazione Podistica, 23/11/2017

La delegazione staziona di fronte al Senato alla presenza del Presidente Commissione Lavori Pubblici Altero Mattioli

La delegazione staziona di fronte al Senato alla presenza del Presidente Commissione Lavori Pubblici Altero Mattioli

Mentre Roma č funestata da mortali incidenti riguardanti le utenze deboli, i ciclisti si sono incontrati al Senato per chiedere la definitiva approvazione della Legge Nazionale sulla Mobilitą Ciclistica.
L’evento, organizzato dalla Fiab nazionale con in bicicletta la Presidente Giulietta Pagliaccio, il vice Alessandro Tursi e varie associazioni romane, ha visto la presenza del primo firmatario, il Deputato del PD Paolo Gandolfi con il presidente dell’ANCI Antonio De Caro. Tutti insieme al Senato dove la legge dovrebbe terminare il suo iter. Altero Matteoli, Presidente Commissione Lavori Pubblici, i senatori Gianni Girotto (Movimento 5 S) e Stefano Vaccari (PD) si sono dimostrati ottimisti sul definitivo asssenso.

Un pochino rassicurati, i ciclisti si sono diretti verso la Cittą dell’altra Economia dove Paolo Gandolfi, Gianni Girotto, Stefano Vaccari e i rappresentanti delle Associazioni romane, sono intervenuti sulla futura legge. Senza la sicurezza,ha sottolineato Alfredo Giordani, non ci sarą lo sviluppo della mobilitą ciclistica romana. Basta bici bianche!
In rappresentanza della Federazione Ciclistica Italiana Lazio ho ribadito la bontą di questa legge per il definitivo riconoscimento dell’utente ciclista sulla strada ed il puntuale finanziamento di tutte le  infrastrutture necessarie per offrire a chi pedala il massimo confort e sicurezza. Certamente,avrei gradito la contemporanea  modifica del codice della strada per la realizzazione capillare delle corsie di rispetto (Foto 7) .
 
Gianfranco Di Pretoro
Federazione Ciclistica Italiana Lazio
Responsabile piste ciclabili e viabilitą


Per visionare la proposta di legge clicca QUI


Gianfranco Di Pretoro presenzia alla discussione sulla futura legge

Gianfranco Di Pretoro presenzia alla discussione sulla futura legge



File Attachment Icon
Legge_Nazionale_Mobilita_Ciclistica.pdf
File Attachment Icon
g.jpg
File Attachment Icon
p.jpg
File Attachment Icon
2.jpg